L’innovativo mondo delle stampanti 3D

postato in: TECNOLOGIA | 0

stampante 3d

 

La naturale evoluzione della stampa 2d è la stampa 3D, ovvero il passaggio dalla creazione di documenti alla creazione di oggetti. Questa nuova tecnologia rivoluziona sempre di più la creazione degli oggetti e non solo. Grazie all’abbattimento dei costi di queste stampanti, nel prossimo futuro, se ne prevede una diffusione sempre più capillare. Addirittura, alcuni sostengono che la stampante 3D possa portare ad una nuova rivoluzione industriale, in cui chiunque possa acquistare il disegno di un oggetto e stamparlo direttamente a casa.

Procediamo per gradi e vediamo come si stampa un oggetto:
Il punto di partenza per la stampa di un modello 3D è costituito dal software (CAD software), infatti all’interno di questi programmi di progettazione assistita è possibile disegnare l’oggetto che si desidera stampare. Di questi software ne esistono di diverse versioni, da quelli per coloro che si avvicinano per la prima volta la creazione degli oggetti 3D a quelli professionali. Una delle ultime tendenze è la riproduzione di oggetti realmente esistenti, questo è possibile attraverso l’utilizzo di uno scanner che permette di acquisire direttamente la copia virtuale in 3D. Una volta disegnato o scannerizzato il prodotto finale è necessario usare un software CAM che lo trasformi in comandi meccanici che vengono inviati alla stampante 3D ed il gioco è fatto!

 

stampante 3d

 

Esistono diverse tecniche di stampa 3D, quella più diffusa e più vicina alla nostra esperienza è la stampa a produzione additiva, ovvero mediante il deposito di materiale strato dopo strato. Questa tecnica è definita modellazione a deposizione fusa (FMD, Fused Deposition Modeling) ed impiega un ugello riscaldato che alza la temperatura del materiale prima di depositarlo.

I materiali utilizzati nella creazione degli oggetti sono sostanze termoplastiche. La qualità della stampa è determinata dallo spessore dello strato di materiale depositato: più questo è sottile più la stampa è di alta risoluzione. La dimensione dell’oggetto e la qualità della stampa influiscono sui tempi di realizzazione che variano da poche ore a diversi giorni.

 

Settori di utilizzo

Le applicazioni degli oggetti stampati mediante questa tecnica trovano utilizzo in moltissimi settori. Stampare componenti ad hoc è diventata un’abitudine in campi come: la produzione industriale soprattutto per abbattere i costi di prototipazione, l’architettura per migliorare la presentazione dei progetti offrendo la possibilità di toccare con mano il risultato finale, il design per la creazione di oggetti sempre più complessi e ricercati. All’interno dei diversi settori gli utilizzi sono differenti, si va dalla creazione di nuove componenti alla personalizzazione dei prodotti per i singoli clienti.


La #stampante3D rivoluzionerà il nostro modo di creare gli oggetti



Conclusione

La stampante 3D ha la potenzialità di rivoluzionare la realizzazione degli oggetti che utilizziamo tutti i giorni. L’utilizzo di questo strumento è in costante crescita. Inoltre, l’abbattimento dei costi ne consente una diffusione sempre più capillare. Questo comporta che chiunque abbia una base di disegno 3D potrà realizzare e personalizzare i propri prodotti. Il limite è dettato solo dalla fantasia dei makers.

Lascia un commento